PREVENDITE ONLINE PER PROMETEO. TRAGEDIA DELL’ASCOLTO

Sarà disponibile un nuovo contingente di biglietti il 18 gennaio 2024 dalle ore 15:00, clicca qui.

Gli spettatori di tutta Italia e i turisti italiani e stranieri potranno riservarsi un posto a questa particolarissima riedizione dell’opera esclusivamente online al prezzo unico di 15 euro (10 euro per gli studenti).

DATE E ORARI DELLE RAPPRESENTAZIONI

venerdì 26 gennaio 2024 ore 19:00 – prima rappresentazione
sabato 27 gennaio 2024 ore 19:00
domenica 28 gennaio 2024 ore 15:30

lunedì 29 gennaio 2024 ore 19:00

Sottotitolato “tragedia dell’ascolto”, Prometeo è, nelle parole di Nono, “tragedia composta di suoni, con la complicità di uno spazio”. Un’opera intesa unicamente come ascolto rivoluzionando lo spazio, concepita dal venezianissimo compositore quasi in intimità con la sua città e destinata a restare nella storia della musica, non solo come punto di arrivo di una ricerca durata una vita, ma anche come vera e propria impresa che ha coinvolto, oltre allo stesso Nono, grandi artisti, progettisti, filosofi, musicisti, impiegando il più imponente e avanzato complesso tecnologico del tempo.

La nuova avventura di Prometeo che dell’Ocean Space Chiesa di San Lorenzo tornerà a fare un luogo speciale con una struttura-ambiente re-immaginata da Antonello Pocetti e Antonino Viola, vedrà protagonisti il direttore Marco Angius, sofisticato artigiano del suono e punto di riferimento della musica contemporanea a livello internazionale, alla testa dell’Orchestra di Padova e del Veneto. Con loro i fuoriclasse del flauto e della tuba Roberto Fabbriciani e Giancarlo Schiaffini, che con il mago del suono Alvise Vidolin al live electronics e Massimo Cacciari, curatore dei testi, erano già stati partecipi della prima leggendaria edizione. Accanto, importanti solisti a completare i complessi strumentali e vocali: Carlo Lazari alla viola, Michele Marco Rossi al violoncello, Emiliano Amadori al contrabbasso; le voci dei cantanti Rosaria AngottiLivia RadoChiara OsellaKatarzyna OtczykMarco Rencinai, e le voci recitanti Sofia Pozdniakova e Jacopo Giacomoni, oltre al Coro del Friuli Venezia Giulia.

Prometeo viene riallestito dalla Biennale di Venezia in occasione del centenario della nascita del grande compositore veneziano Luigi Nono (29 gennaio 1924), come Progetto speciale dell’Archivio Storico delle Arti Contemporanee (ASAC) in collaborazione con la Fondazione Archivio Luigi Nono, e con TBA21–Academy, il centro di ricerca della Fundación TBA21 che si è occupata del restauro dell’Ocean Space Chiesa di San Lorenzo.

La Fondazione Archivio Luigi Nono, inoltre, ha concluso un accordo con La Biennale di Venezia per trasferire i propri materiali nel Centro Internazionale della Ricerca sulle Arti Contemporanee della Biennale, in corso di realizzazione all’Arsenale.
Prometeo. Tragedia dell’ascolto fa parte del percorso di valorizzazione del trasferimento del Fondo Luigi Nono, insieme a una giornata di studi dedicata.